Il 13% del Man City è cinese: investimento da 265 milioni di sterline

Nuovi investitori e nuovi soldi per il Manchester City. Il club ha reso noto che la CMC (China Media Capital) ha acquistato il 13% del club per 400 milioni di dollari, poco più di 265 milioni di sterline. Il gruppo di imprenditori, che solo qualche mese fa ha acquistato per 1,3 miliardi di dollari i diritti del campionato cinese, ha voluto fortemente questo investimento considerando il sempre crescente valore del brand Premier League e dell’espansione a macchia d’olio della passione per il calcio in Cina.

Sheik Mansour, proprietario del Manchester City (oltre che del New York City e del Melbourne City) rimane comunque il più ricco della Premier. Dopo aver preso in mano i Citizens nel 2008 ed averli portati a vincere 5 trofei, lo sceicco ha investito anche e molto sull’accademy, creando una “cittadella” vicino all’Etihad e costruendo un nuovo centro sportivo che dispone di tutti i comfort possibili per la giusta crescita del settore giovanile. Grazie al suo intervento l’intera area di Manchester circostante è stata bonificata e ripulita e la costruzione di nuovi alloggi e nuove case ha ridato splendore ad una zona che non eccelleva per tranquillità e sicurezza.

Oltre a tanti, troppi soldi investiti dunque, anche qualche investimento con vista al futuro. Di questo giorni però, due notizie di mercato sono piombate sui Citizens: lo sceicco avrebbe chiesto Messi, che rappresenterebbe un investimento annuo di 40 milioni di euro, più quelli necessari per strapparlo al Barca. Inoltre le voci su Guardiola che, dopo Barcellona e Bayern Monaco, sarebbe pronto ad approdare in Premier.

Sheikh Mansour bin Zayed Al Nahyan

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*