Premier League Review: Arsenal in vetta, lo United torna alla vittoria

Un bellissimo pomeriggio di Premier ha aperto le danze del 2016. Andiamo ad analizzare partita per partita quello che è successo.

Watford v Manchester City
Non segna Ighalo e gli Hornets perdono. I Citizens agguantano la vittoria nel finale di partita, grazie a Toure e Aguero che tra l’82’ ed l’84’ rimediano all’autogol di Kolarov al 55′. Gli uomini di Pellegrini vanno in solitaria al 3° posto, accorciano sul Leicester City e tengono l’Arsenal capolista a soli 3 punti. Seconda sconfitta in casa in pochi giorni invece per il Watford che, come contro il Tottenham, gioca bene ma perde nel finale.

Manchester United v Swansea
Tornano alla vittoria i Red Devils dopo 7 gare di campionato, 8 se consideriamo anche la Champions League. Decisivo Martial, che ancora una volta ha dimostrato di essere un ragazzo da Manchester United. Sempre più volte è stato decisivo questa stagione. torna invece al gol, dopo 3 mesi di digiuno, Wayne Rooney che va a quota 188 gol in carriera in campionato, diventa il 2° migliore di sempre superando Denis Law ed il 2° migliore di sempre per il Manchester United, a non molte lunghezze da Bobby Charlton. Gli uomini di Van Gaal si prendono il 5° posto a quota 33 punti. 2-1 il risultato finale.

CXvOGVXWsAASrLP

Norwich v Southampton
Al 77′ il gol di Tettey, da al Norwich City una vittoria tanto sperata quanto fondamentale. L’1-0 permette ai Canaries di portarsi a 6 punti sulla zona retrocessione. Male il Southampton che dopo aver battuto per 4-0 l’Arsenal nel Boxing Day perde nel giro di 4 giorni contro West Ham e Norwich appunto, peggiorando ancora di più una stagione già di per se deludente.

Leicester City v Bournemouth
La ormai ex capolista ma grande rivelazione Leicester City si ferma ancora, dopo lo 0-0 contro il Manchester City del 29 Gennaio. E’ 0-0 anche contro la neo promossa Bournemouth, con Mahrez che fallisce un rigore al 58′. 0 gol nelle ultime 3 partite per gli uomini di Ranieri ma comunque saldi al 2° posto a quota 40 e a soli 2 punti dall’Arsenal capolista. Cherries che smuovono la classifica e vanno a quota 21, a +4 sulla retrocessione.

Arsenal v Newcastle
La Premier League ha una nuova capolista solitaria ed è l’Arsenal di Arsene Wenger. I Gunners, con molta fatica, battono 1-0 il Newcastle grazie ad una rete di Koscielny al 72′. Decisiva la sponda di Giroud su un’azione da calcio d’angolo. 42 punti, +2 sul Leicester e +3 sul Manchester City. 4^ vittoria consecutiva in casa per loro. Magpies che invece conoscono la 3^ sconfitta di fila, la terza per 1-0 ma soprattutto la terza maturata negli ultimi 20 minuti. La salvezza, comunque, è lontana solo 2 punti.

CXvF4UVWAAEujIm

Sunderland v Aston Villa
Lo scontro diretto tra penultima ed ultima in classifica va ai Black Cats che sconfiggono i Villans 3-1, grazie ad una doppietta di Defoe. La vittoria permette agli uomini di Allardyce di accorciare sulla salvezza, lontana ora 4 punti, ed allontanare ulteriormente gli ospiti. Aston Villa appunto sempre più ultimo a quota 8 punti, a -11 dalla salvezza. La sconfitta di oggi suona quasi come una condanna per loro.

West Ham v Liverpool
Antonio e Carroll, gli stessi marcatori della vittoria contro il Southampton del 28 Dicembre, regalano agli Hammers la 2^ vittoria in pochi giorni in casa (2-0 il risultato) e permette loro di accorciare sulla zona che vale l’Europa. A quota 32 si può pensare di sognare in grande. Ed il rientro di Payet sembra arrivare nel momento giusto. Male invece i Reds, che dopo 2 vittorie di fila per 1-0 perde l’ennesima gara di questo campionato. Fermi a quota 30, gli uomini di Klopp devono invertire la rotta se vogliono dare un senso a questa stagione.

WBA v Stoke City
Bellissimo il match di Birmingham. Gli ospiti che arrivavano da 2 grandi vittorie contro Man United ed Everton, conoscono una sconfitta amara, maturata nel finale. Dopo l’1-0 dei padroni di casa nella prima frazione di gioco, all’81’ arriva il pareggio con Walters. La beffa al 93′ quando Evans appoggia in rete la rete della vittoria. Gli uomini di Pulis sono ora a + 9 sulla retrocessione, un vantaggio considerevole. I Potters invece rimangono a stretto contatto con la zona Europa, lontana solo 4 punti.

CXu0svVUwAAz-4x

 

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*