European Tour: Klopp torna in Germania, l’Augsburg cerca l’impresa

INTRODUZIONE: Partita interessante quella tra Augsburg e Liverpool, con i tedeschi all’esordio assoluto nella competizione e capaci di superare, senza neanche troppi problemi, il girone di qualificazione. Dall’Inghilterra arrivano i Reds di Jurgen Klopp, uno che i capi tedeschi li conosce più che bene, dopo aver portato al successo il Borussia Dortmund nelle scorse stagioni. E’ una sfida interessante che potrebbe riservare più di qualche sorpresa, data la forma altalenante del Liverpool in questa annata di transizione.

AVVERSARI E CURIOSITA’: Nato inizialmente come FC Alemannia, l’Augsburg FC 1907 è un club totalmente nuovo a questo tipo di palcoscenici. Basti pensare che la bacheca del club non vanta nessun trofeo e la prima partecipazione assoluta in Bundesliga risale alla stagione 2011-2012. Una storia intera passata tra le categorie inferiori tedesche, con pochissime soddisfazioni anche nelle coppe nazionali. Quella di quest’anno è la prima partecipazione in assoluto ad una competizione europea per l’Augsburg, raggiungere i sedicesimi e affrontare uno dei club storici del calcio europeo è già di per se un successo.

AUGSBURG, GERMANY - JULY 16: (Front row L-R) Raphael Framberger, Tim Rieder, Sascha Moelders, Dominik Reinhardt, Alexander Manninger, Marwin Hitz, Ioannis Gelios, Mathias Fetsch, Tim Matavz, Jan-Ingwer Callsen-Bracker and Jan Morawek, (2nd row L-R) doctor Florian Elser, Nikola Djurdjic, Ragnar Klavan, rehab coach Thomas Barth, goalkeeper coach Zdenko Miletic, assistant coach Tobias Zellner, assistant coach Wolfgang Beller, head coach Markus Weinzierl, Raul Bobadilla, Shawn Parker and physio James Morgan, (3rd row L-R) kitman Zdenek Vidrman, doctor Peter Stiller, Tobias Werner, Erik Thommy, Daniel Baier, Matthias Ostrzolek, Marco Schuster, Arif Ekin, Maercel de Jong and physio Oliver Roensch, (4th row L-R) doctor Andreas Weigel, Maik Uhde, Philip Ronny, Alexander Esswein, Halil Altintop, Caiuby Francisco da Silva, Markus Feulner, Dominik Kohr and physio Richard Wagner pose during the team presentation of FC Augsburg at SGL Arena on July 16, 2014 in Augsburg, Germany. (Photo by Lennart Preiss/Bongarts/Getty Images)

STADIO: L’Augsburg gioca le partite casalinghe al WWK Arena, un impianto nuovo di zecca, la cui costruzione è cominciata nel 2007 e la cui inaugurazione risale al 2009. Classico stadio moderno, senza pista e senza particolari barriere. Un vero e proprio gioiellino da 28.867 spettatori.

Panorama_Impuls_Arena_2

CITTA’ E CARATTERISTICHE: Siamo in Baviera, precisamente a Sud Ovest, una della zone più belle e particolari di tutta la Germania. Augusta è la terza città più popolosa di questa regione dopo Monaco e Norimberga ma è la seconda città più antica di tutta la nazione. La sua fondazione infatti, risale al 15 a.C. per mano dell’imperatore Augusto. Non è esattamente questo il periodo migliore per visitarla, dal momento che parliamo di una delle regioni più fredde in assoluto, con inverni gelidi ed estati mai particolarmente calde. La nomea di città storica non le impedisce di essere popolato da molti giovani. Il divertimento notturno è assicurato, diversi i locali e i pub nei quali passare le serate in compagnia di una buona pinta di birra. In particolare segnaliamo il Murphy’s Law Pub e il Murdock’s Pub, rispettivamente a nord e a sud della città. Uno dei due sarà, con molta probabilità, il ritrovo dei tifosi del Liverpool in questa particolare trasferta.

augsburg

TIFOSI: La squadra gode di un discreto seguito, grazie anche ai Legio Augusta, il gruppo reggente della tifoseria bavarese. Numerosi e piuttosto colorati, anche se queste non sono le uniche loro caratteristiche. La loro predisposizione alla violenza e allo scontro con le altre tifoserie lo ha portati a essere immischiati a diversi episodi non proprio lodevoli negli ultimi anni. Odio atavico con lo Stoccarda e il Bayern Monaco.

auhgsburg

PRONOSTICO: Sulla carta non sembra esserci partita, sia per i valori in campo che per il blasone delle due squadre. I tedeschi, inoltre, non stanno vivendo la loro migliore stagione, con un 14° posto in classifica che parla da se. Non che vada meglio ai Reds, una delle squadre più incostanti mai viste. Sarà una doppia sfida interessante, anche se gli inglesi sembrano favoriti.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*