Intervista ESCLUSIVA a Riccardo Mancini, voce di Fox Sports.

Di recente, abbiamo avuto la possibilità di scambiare due parole al telefono con Riccardo Mancini, voce inconfondibile di Fox Sports e grande conoscitore del calcio europeo. Con lui si è discusso, come ovvio, di Premier League, del Leicester di Ranieri, di quale squadra può davvero impensierire la corsa al titolo delle Foxes e di molto altro. Andiamo a vedere insieme le sue risposte:

Ciao Riccardo, e innanzitutto grazie per il tempo che ci stai concedendo. Partiamo subito con una domanda scontata ma che ormai fa discutere chiunque si interessi a questo campionato: dove può arrivare realisticamente questo Leicester?

– A sole 11 giornate dalla fine ormai non possiamo più considerare il Leicester come una sorpresa. Stanno facendo un campionato di grande qualità e hanno saputo sfruttare le occasioni a loro disposizione. Se prima potevano essere considerati la classica “sorpresa”, ora vanno presi sul serio e inseriti tra i favoriti assoluti.

Quale invece credi sia la vera antagonista degli uomini di Ranieri tra Tottenham, Arsenal e Manchester City?

A questo punto della stagione dico Tottenham. E’ la squadra che più mi ha impressionato in positivo. Il City credo abbia altri obiettivi questa stagione,come la Champions League. L’Arsenal invece ha dato conferma di essere l’eterna incompiuta. Ogni anno sembra quello buono e poi sistematicamente si perdono per strada. Incredibile accada sempre a loro. In generale delle 3 quindi dico Spurs, sia per il calendario, sia per la classifica che per quanto ha fatto vedere sul campo finora.

Sai spiegare perché il campionato inglese, ricco di campioni e tra i più brandizzati al mondo, ultimamente fa fatica in campo europeo?

Credo sia un discorso ciclico. A inizi due mila c’era l’Italia, poi è toccato all’Inghilterra, poi alla Germania e adesso alla Spagna. E’ vero che c’è sempre da considerare quel pizzico di fortuna in più nei sorteggi ma in questi ultimi anni le squadre spagnolo sono un gradino sopra tutte. Una vera e propria spiegazione è difficile da trovare.

Chiudiamo chiedendoti un parere: dalla prossima stagione le panchine dei top club inglesi saranno allenati soltanto da stranieri. Mourinho allo United, Conte al Chelsea, Pochettino al Tottenham, Wenger all’Arsenal, Klopp al Liverpool. Ci sarà mai più un tecnico britannico capace di farsi valere nel proprio paese (alla Sir Alex per intenderci)?

Ti do due nomi su tutti: Eddie Howe e Alex Neil. Al momento allenano rispettivamente Bournemouth e Norwich ma stanno cercando di dare un impronta alle loro squadre. Se riescono entrambi a salvarle, visti i fondi e i giocatori a disposizione, danno dimostrazione di grande carattere. Poi anche li tutto può succedere: domani Pochettino lascia il Tottenham e il club decide di puntare su uno di loro due. Mai dire mai..

Un ringraziamento speciale va innanzitutto a Riccardo Mancini per la sua gentilezza e disponibilità e poi anche alla redazione di Fox Sports che da qualche anno ci permette di seguire il football d’oltremanica sui nostri schermi.

1860678_FOX_Sports

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*