ESCLUSIVA – Marianella: vedo il City favorito, ma occhio al Chelsea di Conte.

Quando si parla di calcio inglese in Italia uno dei primi nomi che balza alla mente è senza ombra di dubbio quello di Massimo Marianella. Abbiamo avuto la fortuna di poterlo raggiungere telefonicamente e abbiamo scambiato con lui una lunga chiacchierata visto l’imminente inizio della Barclays Premier League.

– Ciao Massimo. Partiamo subito con la classica domanda/pronostico: chi può vincere la Premier quest’anno? 

E’ sicuramente uno dei campionati più belli di sempre ma credo che il Manchester City di Guardiola abbia qualcosa in più degli altri. Non solo per le indiscusse qualità dell’allenatore ma perché credo che la rosa in se abbia maggiore potenzialità rispetto alle altre. Mourinho e lo United sono certamente da top 3, lo stesso Chelsea con Conte può far bene, ma a mio parere il City avrà la meglio. Una rosa ampia e di grande qualità che se gestita in maniera ottimale può dare grandi soddisfazioni. 

– A proposito di Chelsea, come credi che si ambienterà Conte nel calcio inglese? Sarà un ostacolo per lui la lingua?

Devo dire che io stesso sono rimasto sorpreso di come sta imparando l’inglese. Avevo previsto qualche difficoltà proprio in questo ambito ma mi ha sorpreso. Lui è un vincente, lo dimostrano i suoi risultati sia nella carriera da giocatore che da allenatore quindi se sarà capace di ambientarsi e capire i meccanismi del calcio inglese credo che i Blues possano togliersi tante soddisfazioni. 

– Passiamo all’Arsenal. Ozil e Sanchez hanno detto che non rinnoveranno mentre Wenger ha affermato che se non otterrà risultati quest’anno potrebbe davvero essere il suo ultimo anno all’Emirates. Che ne pensi?

Ma speriamo! Per carità, Wenger ha dato tanto a questa squadra,  ma non avendo un vero e proprio capo sopra di lui e quindi è lui stesso che decide le sorti del suo futuro. E’ un manager che da anni fa sempre gli stessi errori e la squadra non riesce mai a fare quel salto di qualità in più. Vedremo come andrà ma l’ennesimo flop dovrebbe essere la sua definitiva condanna. 

– Passiamo al Manchester United: credi che tante personalità forti come quelle di Mourinho, Rooney, Ibrahimovic e Pogba possano convivere saranno un ostacolo per la crescita della squadra? 

Mourinho penso abbia tutte le capacità di gestire uno spogliatoio di questo calibro. Se sarà in grado di mettere assieme l’esperienza dei veterani con la voglia di vincere e far bene dei giovani come Rashford e Martial sono certo che potrà vincere da subito e tanto, come del resto è abituato a fare. 

– Del Leicester City invece cosa ci dici? Qual’è la reale dimensione per loro quest’anno?

Se passano il girone di Champions (visto che sono teste di serie) e se riescono ad arrivare tra il 5° e il 7° posto penso che non potrebbe andare meglio. Ranieri è riuscito a creare uno spogliatoio affiatato, fatto di giocatori che hanno un’infinita voglia di vincere. Se otterrà i risultati che ho detto, non sarebbe un miracolo uguale alla vittoria del campionato, ma sarebbe un’altra grande impresa.

– Ultima domanda: Zenga e Di Matteo, in Championship, cosa faranno?

Sono due allenatori che ho sempre stimato molto ma da questo punto di vista credo che Di Matteo abbia qualche punto a favore in più: conosce il calcio inglese, ha giocato, allenato e vinto con il Chelsea e sono certo che nonostante la partenza ad handicap farà bene. Inoltre quest’anno alle spalle ha una società solida che lo aiuterà a far crescere la squadra. Zenga ha esperienza in campo internazionale, è da vedere come adatterà il suo modo di giocare a un calcio fisico e intenso come quello inglese.

– Grazie Massimo per la tua disponibilità e buona Premier!

Grazie a voi, alla prossima! 

Il nostro ringraziamento va ovviamente a Sky Sport per l’opportunità e a Massimo per il tempo che ci ha concesso. Sky e Marianella, il binomio perfetto per poter vivere insieme la Premier League in Italia. Oggi si parte, buon campionato a tutti.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*