I 5 spunti di Arsenal – Liverpool

Aspettando Chelsea v West Ham, la prima giornata di Premier League ci ha regalato non poche emozioni. A farla da padrone è il tanto atteso big match tra Arsenal e Liverpool: 7 gol totali e un continuo susseguirsi di occasioni che ha tenuto i tifosi in apprensione fino al triplice fischio finale. Senza dubbio la miglior partita, oltre che la più divertente, del primo turno. Andiamo a vedere insieme quali sono le 5 cose che ci lascia in eredità la sfida tra Wenger e Jurgen Klopp.

1) Il Liverpool ha bisogno di un terzino sinistro il prima possibile

Ennesimo disastro difensivo di Alberto Moreno. Un giocatore che corre tanto, tantissimo, anche se dove corre non si è ancora capito. Impreciso nei cross, disordinato in fase difensiva e spesso disattento. La ciliegina sulla torta il rigore concesso all’Arsenal (poi parato da Mignolet). Troppo inaffidabile per Klopp, che ha bisogno di certezze per capire quali aspettative creare intorno alla sua squadra.

Arsenal-v-Liverpool-Premier-League

2) Wenger ama i giovani

Ieri avrebbe potuto schierare una difesa diversa, portare al centro Montreal insieme a Chambers, piazzando Gibbs a sinistra. Alla fine però ha optato per dare fiducia al giovane Holding. 3 giocatori dei 4 appartenenti al reparto difensivo erano dei classe 95, forse ancora troppo giovani e inesperti per affrontare partite come quella di ieri. Ad acquistarne uno, l’allenatore francese, non ci pensa nemmeno e quindi, in attesa del ritorno di Koscielny, i tifosi Gunners dovranno avere più di qualche brivido durante le azioni offensive avversarie.

Arsenal-v-Liverpool-Premier-League6

3) Xhaka, chi l’ha visto?

Perché spendere 40 milioni di euro per tenere un giocatore in panchina per 70 minuti? E’ una domanda alla quale non avremmo mai risposta, ma Wenger ha chiesto aiuto al giocatore svizzero solo quando la squadra è andata in evidente difficoltà. Non era il caso di utilizzarlo prima?

Cp2Z6p7XYAEO-Zj

4) Walcott è pronto al grande salto

Anni e anni passati con la nomea di promessa futura ma spesso relegato in panchina e oscurato dai grandi nomi o costretto ai box per lunghi periodi causa infortuni. Theo Walcott, questa volta, sembra davvero pronto al grande passo: di gran lunga il miglior giocatore della pre season dei Gunners e in gol alla prima giornata. Nonostante il rigore sbagliato, lo possiamo considerare davvero l’uomo in più per Wenger.

Arsenal-v-Liverpo3ol-Premier-League

5) Klopp vince ancora senza attaccanti

Benteke in partenza, Sturridge infortunato, Origi tenuto in panchina per oltre 70 minuti. Jurgen Klopp ha scelto ancora il 4-2- fantasia, con davanti Lallana, Mané, Coutinho, Firmino. Tutti ottimi giocatori per la fase offensiva ma nessun vero attaccante di razza. Nonostante tutto, la gara l’hanno vinta loro proprio per questo motivo: nessun punto di riferimento li davanti ha destabilizzato la già fragile difesa dell’Arsenal.

Cp1N_gUWcAAgpeg

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*