Benvenuti al derby d’Inghilterra

Dopo la sosta dovuta agli impegni delle nazionali l’ottava giornata della Premier League riparte con una sfida super attesa che potrebbe già emettere un primo verdetto importante: ad Anfield Road va in scena il Monday Night tra Liverpool e Manchester United.

Un match molto molto sentita in particolare dalle due tifoserie; le due città distano infatti solo 32 miglia e la rivalità, iniziata per il dominio commerciale durante gli anni delle rivoluzioni industriali, non poteva non abbracciare anche il mondo del football.

Il primo North-West Derby andò in scena nel 1895 in Second Division e vide prevalere i Reds con un roboante 7-1. Da allora 192 sfide totali che vedono in vantaggio i Red Devils con 75 successi contro i 64 del Liverpool, 51 sono invece i pareggi.

joe-1

Il match è sicuramente quanto di più classico la Premier League può offrire; dalla seconda metà degli anni settanta ai primi anni del decennio in corso tra le due squadre è una gara a chi vince di più. Lunedì sera scenderanno in campo 38 titoli d’Inghilterra, 19 FA Cup e ben 8 tra Coppe dei Campioni e Champions League, questo solo per citare i trofei più importanti presenti nelle bacheche dei due team.
Entrambi i club vivono un periodo di transizione, l’ennesimo si potrebbe dire. Se lo United dall’addio di Ferguson sembra aver perso il carattere vincente (se si fa eccezione della FA Cup vinta lo scorso anno), dalle parti di Liverpool la crisi dura da ormai un decennio.

La squadra di Klopp quest’anno ha tutti i mezzi per tentare di riportare ad Anfield Road un titolo soltanto sfiorato nel 2014 e che manca addirittura da 26 stagioni, Mourinho ha invece il compito di invertire i pessimi risultati che hanno visto i rossi di Manchester non riuscire a qualificarsi per la Champions League per ben due volte nelle ultime tre stagioni.
Dopo solo 7 giornate la situazione più delicata la vive sicuramente il tecnico portoghese; con 13 punti e il sesto posto in classifica, sta ottenendo davvero troppo poco, considerando il mercato faraonico effettuato in estate, con i tifosi che qualche mugugno iniziano a farlo sentire . Il Liverpool con 4 vittorie consecutive e con i suoi 16 punti è invece al quarto posto.
Entrambi i tecnici dovranno far fronte a qualche assenza: Clyne, Lallana e Wijnaldum su tutti per i Reds mentre il Manchester United potrebbe essere costretto a rinunciare a Mkhitaryan.
Lo scorso anno le due sfide di campionato hanno visto prevalere lo United sia in casa (3-1) che in trasferta (0-1).

 26e994cd00000578-3229070-the_liverpool_captain_playing_against_man_united_for_the_final_t-a-1_1441884270280

Dalla sfida di lunedì sarà interessante capire come reagiranno le due squadre al ritorno dei nazionali con Mourinho che sarà chiamato a gestire la difficile situazione legata a Rooney: un’altra panchina significherebbe quasi sicuramente un divorzio tra le parti a fine stagione. I Red Devils dovranno poi dimostrare realmente il loro valore dal momento che una sconfitta potrebbe già escluderli dalla lotta per il titolo. Partita non facile in casa di un Liverpool che dall’avvento di Klopp ha mostrato un gioco divertente come non si vedeva da anni; se l’allenatore tedesco saprà ordinare la fase difensiva, che lo scorso anno ha penalizzato i Reds, la squadra del Merseyside potrà dire la sua fino al termine del campionato.

A noi fans non resta che attaccarci alla tv e goderci un match che sicuramente ci regalerà forti emozioni. Volume al massimo per goderci lo You’ll never walk alone della Kop ed in alto le pinte, è tempo di Monday Night!

A cura di Claudio Petrozzelli 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*