Middlesbrough e quella retrocessione per colpa dell’influenza

21 dicembre 1996. Il Middlesborough è atteso all’Ewood Park di Blackburn per un match decisivo nella lotta per la retrocessione dalla Premier League. Tutto sembra volgere per il verso giusto quando all’improvviso, per una motivazione del tutto bizzarra, la partita non si gioca.

È il venerdì sera e Tony Parkes, assistant manager dei Rovers, riceve una chiamata da un suo giocatore, appena un’ora dopo la fine dell’allenamento. “Mister, ha visto che il Boro non verrà a giocare la partita domani?”. Nessuno dall’altro lato risponde. La telefonata, qualche secondo dopo, si interrompe. Parkes non poteva crederci: per quale diavolo di motivo il Middlesbrough non sarebbe dovuto venire?

cd81716

Effettivamente, la “scusa” di Bryan Robson, ai tempi tecnico della squadra del nord est, era che non avrebbe avuto nessun uomo a disposizione da schierare. Tutti e 23 i giocatori infatti erano ammalati o infortunati e, per una giornata, il Blackburn era come se non esistesse.

Telefonai alla Premier League per saperne di più ma neanche loro non ne sapevano nulla. Mi dissero che non potevano decidere loro se giocare o no, quella era una decisione della FA. In ogni caso, se non avevano uomini della prima squadra a disposizione, avrebbero potuto schierare le riserve.

Queste le parole di quel weekend dell’assistente allenatore del Blackburn, il sopracitato Tony Parkes. Del resto, come poteva l’allenatore di una squadra decidere se giocare o non giocare una partita? Con quale autorità poteva scegliere se schierare o no la propria squadra e mandare all’aria l’intera settimana di preparazione?

ravanelli-robson-middlesbrough-1996-1997

In poche ore ovviamente le polemiche si sprecarono. La Premier League multò il Middlesbrough di 50 mila sterline e gli inflisse 3 punti di penalizzazione. Fino a qui tutto normale, anzi. La giusta punizione per un comportamento poco rispettoso. La beffa però, arriva solo qualche mese dopo e precisamente nell’ultima giornata di campionato. Il Boro pareggia a Elland Road contro il Leeds, il Coventry fa il colpaccio a White Hart Lane contro il Tottenham e condanna i biancorossi alla retrocessione. Chi finirà il campionato giusto 3 punti più in la? Ironia della sorte, il Blackburn Rovers.

Cosa sarebbe successo se Bryan Robson avesse dato qualche aspirina in più ai propri giocatori?

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*