Donne, benvenute nel mondo del calcio!

Il Natale, oltre a far ritornare alla mente storie millenarie e tradizioni tramandate di generazione in generazione, è anche e soprattutto un giorno ben impresso nella storia del football mondiale. Proprio il 25 dicembre del 1917 infatti, le donne entrano ufficialmente a far parte di questo sport.

Sebbene le prime partite ufficiali di calcio femminile si contino già dalla fine del 1800, il primo vero evento che le ha portate alla ribalta e le ha fatte conoscere a tutto il mondo è il giorno di natale di 99 anni.

Ci troviamo a Preston, nell’estremo nord ovest dell’Inghilterra, dove ha sede la Dick, Kerr & Co. Ltd, una fabbrica che opera nel settore ferroviario e provvede alla costruzione del materiale necessario per la creazione di rotaie, locomotive, treni, tram e tutte le cose ad essi correlati. Come per tutto il paese, anche per loro è tempo di guerra e in quegli anni, su specifiche indicazioni del governo, la compagnia converte la fabbrica in un e vero e proprio deposito di munizioni.

1921_dick_kerrs_ladies

Ovviamente, con gli uomini richiamate alle armi e impegnati a difendere la propria patria al fronte, sono le donne a farsi carico della costruzione e sistemazione delle armi dell’esercito britannico. Nonostante i turni di lavoro siano stressanti e il carico di lavoro spesso troppo elevato, le lavoratrici trovano un motivo per cui sorridere.

Per il 25 dicembre del 1917 non sarà un semplice natale ma sarà la giornata dell’orgoglio e della rinascita. Spinte dalla voglia di intrattenere la popolazione e creare in città un clima di gioia e allegria, decidono di creare una squadra di calcio e sfidare le lavoratrici di una fabbrica non molto distante da loro (Arundel Coulthard Factory).

1922_dick_kerr_ladies

Con grandissima sorpresa, al Deepdale Stadium (tutt’oggi lo stadio del Preston North End) si presentano poco più di 10 mila persone. È un successo totale. Vengono raccolte e poi devolute in beneficienza quasi 600 sterline, un’immensità considerato il periodo storico e la drammatica situazione in cui versava il paese. Ma non finisce qui. Quelle valorose 11 ragazze, che avevano fatto capire al mondo che anche le donne sapevano giocare a calcio, appena 3 anni dopo torneranno in campo per sfidare le ragazze del St Helens difronte a 53 mila persone.

La loro diventerà una vera e propria società calcistica, che si scioglierà solamente nel 1965 dopo aver disputato ben 828 partite e aver racimolato 758 vittorie, 46 pareggi e soltanto 24 sconfitte. Non solo belle e famose ma anche maledettamente vincenti. Un vero e proprio miracolo di Natale.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*