La guerra fredda tra Conte e Diego Costa

Anno nuovo, storia vecchia. Dopo un momentaneo periodo di tranquillità, torna alla ribalta il difficile rapporto instauratosi tra Antonio Conte e Diego Costa. Oggi pomeriggio, durante l’allenamento, allo spagnolo sarebbe scappata una battuta a seguito di un diverbio con l’allenatore italiano che, infuriatosi per tale comportamento, ha reagito d’impeto, non convocando il giocatore per l’importante match di domani pomeriggio contro il Leicester City di Claudio Ranieri.

Sebbene la motivazione ufficiale sia un “mal di schiena” accusato improvvisamente dal capocannoniere della Premier League, è molto più che probabile che rappresenti una copertura alla reale motivazione. Al centro del misfatto ci sarebbero uno scambio di battute piuttosto pesanti: l’attaccante avrebbe minacciato di andarsene a giocare in Cina, causando un alterco che avrebbe portato poi il manager ad esclamare in modo stizzito: “Vai, vai pure in Cina”.

624637178-e1479806329892

Le recenti dichiarazioni di Diego Costa, che aveva definito l’ex Juventus l’allenatore ideale, ovvero quello con il quale è sempre un piacere lavorare e allenarsi, erano state precedute da un’altro diverbio avvenuto lo scorso ottobre (tra l’altro proprio durante la sfida contro il Leicester). In quell’occasione l’allenatore non era contento dell’atteggiamento del proprio attaccante tanto da richiamarlo ripetutamente nel corso della partita. A quel punto Diego Costa aveva chiesto il cambio ma conte non glielo aveva concesso, quasi in segno di “ripicca”. La tensione era rimasta altissima nei giorni successivi, salvo poi non portare a un nulla di fatto (il giocatore, per sua stessa ammissione, era vicinissimo all’addio in estate).

costazc

Questa volta però il rapporto potrebbe essersi definitivamente incrinato. I due caratteri non sembrano compatibili. Questo costante alternarsi di situazioni nervose rischiano di destabilizzare un’ambiente che Conte in pochi mesi ha costruito con cura e dedizione e che sta guidando verso traguardi fino a poco tempo fa improbabile.

Non possiamo e non dobbiamo arrivare a conclusioni affrettate, anche perché la coppia è stata finora la vera protagonista di questa Premier League: alle sgridate dell’allenatore, lo spagnolo ha sempre risposto a suon di gol. Loro sono fatti così: “se le danno” e poi fanno pace. A modo loro, ovviamente. Dall’Oriente è pervenuta un’offerta di 35 milioni di euro al giocatore e 50 al club. Tanti, troppi soldi che però i Blues hanno, per ora, rifiutato.
Costa_conte_chelsea_getty

 

Le vittorie aiutano, non solo lo spogliatoio ma anche lo stato mentale di ogni singolo membro della squadra ma di questo passo l’addio di Diego Costa potrebbe davvero essere questione di mesi, se non di giorni. Faranno pace o manterranno fiero il loro orgoglio?

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*