I 5 migliori pub calcistici del Regno Unito

Il pub con gli amici, la partita e di nuovo il pub con gli amici. È più o meno questa l’esatta quanto semplicissima sequenza che un tifoso di calcio dovrebbe rispettare ogni qualvolta esce di casa per andare a vedere la propria squadra del cuore. Un’abitudine che si acquisisce nel tempo, grazie ad anni e anni di rigorosa pratica settimanale, ma non così difficile da farsi entrare in testa.

Come è facilmente intuibile, al di la della partita, dell’atmosfera dello stadio, dei cori e degli sfottò dei tifosi, a farla da padrone è un semplice locale nel quale si radunano un pò tutti i supporters, poco di prima di spargersi come bolle di sapone nei posti loro assegnati nei vari settori dello stadio. Questo locale è noto con il nome di Pub.

Il pub è una vera e propria istituzione. Davvero, non siamo noi ad esagerare, è proprio così! Nel corso dei decenni molti di questi pub vengono visti quasi come dei veri e propri luoghi di culto tanto che con il tempo alcuni di loro sono diventate delle vere e proprie attrazioni turistiche.

230288_570611276298862_1053114649_n

Per celebrare il pub come l’unica vera istituzione che, insieme al calcio, raggruppa sotto lo stesso tetto, ogni settimana, milioni e milioni di persone, abbiamo preso spunto da un recente articolo di FourFourTwo.com e abbiamo stilato l’elenco dei 5 migliori pub di tutto il Regno Unito. Ovviamente questa classifica è molto soggettiva: ognuno di noi ne ha uno di riferimento nel quale si ritrova con gli amici a far baldoria o godersi una pinta in santa pace ma quelli che andremo ad elencarvi, oltre ad essere i ritrovi di alcune delle più grandi e numerose tifoserie britanniche, portano con sé storie e curiosità che valeva la pena rendere pubbliche.

1) The Strawberry, Newcastle

70700-4

Bè, a primo acchito, il nome non fa trasparire nulla di buono. In realtà il pub in questione è uno dei principali punti di riferimento dei tifosi dei Magpies. Distanza dal St. James’ Park? 40 metri, forse meno. Il locale è conosciuto in tutto il Regno Unito per essere uno dei più antichi e caratteristici ed effettivamente, le sue caratteristiche e la sua storia lo portano a essere una vera e propria istituzione.

Per dare una spiegazione del suo nome, bisogna risalire proprio alle origini. Inizialmente infatti, il pub era proprietà della chiesa che, tuttora, è sita a poco più di 150 metri di distanza, infondo alla strada che collega il locale con il centro cittadino. I preti che la gestivano, sfruttando le enormi distese di fragole che a quei tempi si estendevano tutte attorno al pub, erano soliti produrre enormi quantità di vino al gusto di fragola. Con il tempo l’aspetto di tutta l’area circostante è cambiata, sono stati costruiti molti palazzi e abitazioni e di conseguenza anche il pub ha cambiato le sue abitudini.

The_Strawberry_Pub,_Strawberry_Place,_Newcastle_upon_Tyne_-_geograph.org.uk_-_256206

Il tutto è stato confermato dall’attuale gestore del locale che, da ben 15 anni, porta avanti l’attività commerciale insieme alla moglie.

Quando siamo arrivati, qui attorno c’erano solo parcheggi. Eccetto durante i giorni delle partite, qui non veniva quasi nessuno. Con il tempo hanno costruito nuovi uffici e nuove case e la clientela è aumentata sensibilmente durante i giorni della settimana. Nei giorni della partita invece, il numero di tifosi che vuole godersi una delle nostre birre è praticamente raddoppiata. Siamo diventati un punto di riferimento e questo grazie alla costanza e al lavoro.

FOT1167942

 

Tra le altre cose, sia io che mia moglie eravamo abbonati, ed eravamo soliti chiudere il pub al fischio d’inizio e correre ai nostri posti sugli spalti. Gli steward ci conoscevano e ci lasciavano appositamente una porta di servizio aperta. Con il tempo abbiamo capito di non essere in grado a consigliare le due cose e quindi abbiamo deciso di dedicarci solo ed esclusivamente al locale. Per fortuna, con ottimi risultati.

La decisione presa da Michael, del resto, è più che comprensibile. Come fai a trascurare un pub dal quale, salendo sulla terrazza al primo piano, puoi goderti una pinta con vista St. James’ Park?

2) The Gunners, Arsenal

1040115

È vero, oramai dal 2006 l’Arsenal gioca le proprie partite casalinghe all’Emirates Stadium ma dimenticare il passato, soprattutto quando si parla di una delle squadre più prestigiose e vincenti del calcio inglese sarebbe un errore madornale. Questo piccolo pub, situato a 45 secondi (più o meno) di camminata dalla vecchia East End di Highbury era uno dei principali punti di ritrovo dei tifosi dei Gunners prima che avvenisse il cambio dello stadio.

Il locale fino a qualche anno fa era esclusivamente riservato ai tifosi dell’Arsenal e non era solito avere una buona reputazione. Spesso, anche durante la settimana, la polizia era costretta ad intervenire perché gli animi si surriscaldavano. Risse, litigi e sedie o bicchieri rotti erano all’ordine del giorno.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Con il tempo la situazione è un po’ cambiata, c’è un nuovo proprietario e per colpa dello spostamento all’Emirates molti tifosi non lo frequentano più durante i giorni delle partite. Inoltre, sono anche poche le persone che passano da quelle parti durante la settimana, un fatto che rende difficile la promozione di eventi o attività.

Il pregio di questo pub però è che, nonostante tutto,  si respira e si vive la storia dell’Arsenal Football Club ogni volta che ci si entra. Quadri, foto, poster e ricordi di vario genere sono attaccati su ogni lato delle mura interne. Per ogni tifoso dei Gunners, come per qualsiasi altro appassionato di calcio inglese, godersi una pinta in quel locale è un’esperienza di football totale.

Doveste per caso passare da quelle parti, fateci un pensierino.

3) The Louden Tavern, Glasgow (Rangers)

louden4

In questo locale può entrare una sola categoria di persone: i tifosi dei Rangers di Glasgow. Che fossero una delle tifoserie più appassionate e numerose di tutto il Regno Unito lo sapevamo ma che potessero avere anche uno dei pub più belli e caratteristici di tutta la nazione in pochi se lo aspettavano.

Qui tutto parla di Rangers: le pareti interne (rigorosamente di colore blu), riempite di ricordi del presente e del passato del club, da foto e poster dei calciatori fino a dei veri e propri quadri composti da scatti che hanno segnato un epoca e che di weekend in weekend fanno fa contorno all’atmosfera creata dalle migliaia e migliaia di tifosi che lo popolano.

Ma quello di cui il proprietario è più orgoglioso è il fatto che il pub, nonostante gli ultimi 4 anni anni di buio totale che ha visto i Rangers fallire, essere retrocessi di 4 categorie e risalire lentamente la china,  sia sopravvissuto e abbia mantenuto viva la propria attività.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tutto è successo anche grazie alle centinaia di tifosi che orgogliosamente hanno continuato a seguire e a supportare la squadra. Molte altre tifoserie, con un balzo indietro come il nostro avrebbero probabilmente desistito, mentre qui nessuno si è dato per vinto. Gli stessi tifosi che venivano qui quando eravamo campioni di Scozia sono gli stessi che venivano quando giocavamo contro qualche squadra sconosciuta di quarta divisione. Questa è una delle cose di cui sono più orgoglioso.

Almeno che non siate tifosi del Celtic e vi troviate a Glasgow questo pub DEVE essere nella lista di cose da vedere e provare. Non lasciatevelo scappare!

4) The Winslow Hotel, Liverpool (Everton)

the winslow

Allora, cerchiamo di essere chiari. Se andate a vedere l’Everton e non entrate qui dentro o siete cechi o siete scemi. Senza offesa eh, ma insomma, non capita in tutte le città di ritrovarsi un pub a 5 metri dai tornelli. Non stiamo esagerando eh, sono esattamente 5 metri, ovvero lo spazio che separa l’entrata del più grande e famoso pub dei tifosi dei Toffees da una delle entrate di Goodison Park.

La struttura è antichissima, tanto che il locale è sito in quella posizione sin da prima della costruzione nel 1892 dello stadio. Tra le altre cose, questo è uno dei pochi pub del Regno Unito che può vantare di aver “costruito” da se lo stadio: il proprietario originario infatti, quando 125 anni un gruppo di tifosi decise di raccogliere dei fondi per ottenere i permessi per la costruzione di Goodison Park, fu uno dei maggiori investitori, visto che mise a disposizione non solo i fondi personali ma anche quelli dei proventi della sua attività.

16255842341_2be65efcd4_b

Da queste parti inoltre, fino a qualche anno fa non era poi così inusuale trovare qualche giocatore seduto al banco a farsi una pinta dopo una partita. Tra i tanti, i tifosi ricordano con affetto Dixie Dean, leggenda dell’Everton (con il quale giocò dal 1925 al 1937), che abitando ad appena 250 metri dallo stadio, era solito recarsi nel locale con frequenza anche durante la settimana e magari scambiare qualche chiacchiera con i tifosi.

Da quando il nuovo proprietario è subentrato nel 2014, il pub è stato rinominato The People’s Pub ma tutti, siamo certi, lo ricorderanno sempre con il suo nome originale.

5) Neptune Rams, Derby County

thumb1620

Ditemi dove lo trovate un pub con il murales di Brian Clough. Dove??? Come sapete l’allenatore inglese più forte di tutti i tempi prima di riscrivere la storia del Nottingham Forest ha scritto pagine indelebili di storia anche nella vicina Derby e i tifosi, come ovvio, non lo hanno dimenticato.

Sul muro che da al cortile esterno, c’è un murales che raffigura Clough e il suo assistente Peter Taylor tenere in mano la coppa che celebra la conquista della First Division. È ovviamente uno dei migliori pub nei quali godersi il pre e post partita dei Rams.

Doveste capitare al Pride Park, non avete scuse per non venirci.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*