Dalla Corea del Sud ad Anfield in bici…. ma è senza biglietto per la partita!

Questo ragazzo è un eroe. Insomma, a chi non verrebbe l’idea di pedalare per 10 mila miglia per un totale di 235 giorni per andare a vedere una partita di calcio? Chi?? Se avete qualche amico, parente o conoscente in grado di farlo, ditecelo, vi preghiamo!

Jungyu Lee, un ragazzo sud coreano tifossisimo del Liverpool, esattamente 235 giorni fa ha avuto la brillante idea di mettersi in sella alla sua bici e pedalare dal su paese d’origine fino all’Inghilterra. Proprio così: lui, un grosso zaino e la sua bici.

Ovviamente, con tutto l’occorrente a portata di mano: tenda per dormire, borraccia, k-way, una lavagnetta per segnare i chilometri, il casco e un telefono. Dopo aver attraversato boschi, foreste, tempeste di neve e di pioggia, aver affrontato le peggiori condizioni atmosferiche ed essersi scattato le foto necessarie per documentare l’impresa, il ragazzo è arrivato ad Anfield e…. non ha trovato il biglietto per la partita!

La tanta delusione e la ancor maggiore frustrazione, non gli hanno però fatto perdere il sorriso, visto che ha deciso di parcheggiare la sua bici all’esterno di un pub della città e godersi la partita insieme ad altri tifosi all’ombra di una pinta di birra. La sua storia, che in pochissimo tempo ha fatto il giro del web, e la società, appena ne è venuta a conoscenza, ha subito provveduto non solo a fargli fare un tour completo dell’impianto ma gli ha procurato il biglietto per il match contro il Tottenham dell’11 febbraio.

Ho speso solo 5000 dollari, non è stata una vera e propria impresa da quel punto di vista. Ovviamente quando sono arrivato e ho visto Anfield mi sono emozionato, per me era un sogno che si realizzava. Ora mi godrò questi giorni in città, aspettando con ansia la partita. Di questo devo ringraziare il liveprool e tutti i tifosi che mi hanno dimostrato il loro supporto, sono stati magnifici.

South-Korea-to-Anfield2

Avrà imparato qualche coro nel corso dei 17 mila chilometri percorsi? Sarà pronto per la prova del nove nel big match contro gli Spurs? Ai posteri l’ardua sentenza…

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*