Cissé si confessa: “Ecco cosa ci ha detto Gerrard nello spogliatoio di Istanbul..”

A poco meno di 12 anni da quella magica notte, giocatori e tifosi del Liverpool continuano a sognare e rivedere nei proprio occhi le immagini della rimonta che li portò alla conquista della 5^ Coppa dei Campioni della loro storia. Una serata che ancora in pochi riescono a spiegarsi, tifosi del Milan in primis. Vincere 3-0 a fine primo tempo di una finale di Champions League e vedersi rimontare tutto il vantaggio in appena 6 minuti, dev’essere un dramma sportivo difficile da digerire.

Negli anni molti giocatori, da Nesta a Gattuso, passando per Riise, Gerrard e Dudek hanno ripercorso quei 90 minuti manifestando tutte le loro impressioni ed emozioni vissute, positive o negative che fossero, cercando di dare in qualche modo una spiegazione ai fatti accaduti quella sera.

null

Tra questi troviamo Djibril Cissé, ex attaccante e giocatore, oggi dj, che negli ultimi giorni ha rivelato in anteprima assoluta, dopo tanti anni di silenzio, i retroscena e il discorso che Steven Gerrard ha fatto alla squadra durante l’intervallo, definendolo “il migliore mai sentito nel corso della sua carriera”.

Ha chiesto a tutti di uscire e di essere lasciato solo insieme ai compagni. Poco dopo ha cominciato a parlarci di quanto fosse legato al Liverpool, di quanto il Liverpool abbia rappresentato la sua vita e che non voleva in alcun modo vedere la propria squadra del cuore ridotta in quelle condizioni. Per lui era una questione personale. Ci ha detto che se avessimo segnato nei primi 15 minuti del secondo tempo, avremmo vinto e vi ricordate chi segnò il primo gol? Proprio lui. Ci ha trasmesso tutta la cattiveria agonistica, la sua voglia di vincere, lottare e ribaltare la partita. È stato magnifico e ha reso speciale la nostra notte. Certi momenti si vivono una volta nella vita e devo dire grazie a Steven per aver reso magica quella notte.

Steven-Gerrard-and-Rafa-Benitez

Più che i gol e la rimonta della seconda frazione di gioco, i 15 minuti più importanti della serata del Liverpool furono con molta probabilità quelli tra primo e secondo tempo che, grazie all’ottimismo di Rafa Benitez e al carisma d Steven Gerrard, regalarono ai Reds la notte più bella della loro storia.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*