Championship, il Leeds rovina tutto: fuori dai play off. Festa per Newcastle e Huddersfield

Eccoci ritrovati con la nostra consueta rubrica sulla Championship, che entra davvero nel vivo quando mancano oramai solamente 2 partite alla fine. Si prevede un finale elettrizzante e ricco di sorprese dal momento che nella corsa ai play-off troviamo ben 4 squadre in 6 punti, mentre per la relegation zone sono addirittura 6 le squadre in soli 6 punti di differenza.

Partiamo con l’anticipo di venerdì, dove a Carrow Road il Norwich vince con il già promosso Brighton (reduce dai jet leg della festa promozione) con due autogol alquanto sfortunati del portiere dei Seagulls Stockdale. Una partita sfortunata per la neopromossa, che è sembrata piuttosto appagata dopo le grandi fatiche compiute nel corso della stagione.

Il big match di giornata per la zona play-off però, andava di scena sabato pomeriggio al John Smith’s Stadium di Huddersfield, dove i Terriers sfidavano il Fulham. In controtendenza rispetto alle statistiche e ai pronostici, i Cottagers stravincono la sfida, portandosi sul 1-4 già alla fine della prima frazione di gioco. Gli uomini di Wagner comunque, nonostante la batosta, sono riusciti a riconquistare la terza posizione in classifica persa nel weekend vincendo per 0-1 al Molineaux contro il Wolverhampton: grazie a questi tre punti i Terriers possono ufficialmente festeggiare la matematica che li vede immischiati nei play off promozione.

Perde il Reading di Jaap Stam, comunque saldo al 4° posto, che al City Ground di Nottingham subisce una sconfitta di misura per 3-2. Il Forest, guidato dal solito Assombalonga, autore di una doppietta, trova tre punti d’oro che gli permettono di rimanere a tre lunghezze dal terzultimo posto, e quindi a una debita distanza dalla zona retrocessione.

Bella partita anche all’Hillsborough dove i Wednesday vincono per 2-1 contro il Derby County. Quinta vittoria di fila e quinto posto: con un punto nelle prossime due partite, i play off sono assicurati. Partita tra l’altro divertente, con i Rams che si portano in vantaggio a inizio ripresa grazie al sigillo dell’eterno Darren Bent ma vedono poi gli Owl’s completare la grazie alle reti di altri due veterani, Steven Fletcher e Hooper.

Vittoria davvero importante (che allunga sul terzultimo posto) del Burton di Nigel Clough: 2-1 contro un ormai smarrito Leeds che dopo aver perso contro il Wolves la settimana scorsa, trova la seconda sconfitta consecutiva. Davvero un brutto momento per gli uomini di Gary Monk che sembra stiano buttando via tutto il bel lavoro fatto finora: dopo una stagione intera passata a cavallo tra il 3° e il 6° posto, i Peacocks si ritrovano ora fuori dalla zona playoff.

Nel derby del West London ha la meglio il Brentford che si impone per 3-1 contro il Qpr, arrivato ormai alla sesta sconfitta consecutiva. Basterà un punto invece per la salvezza del Bristol City che grazie alla vittoria in rimonta per 3-2 sul Barnsley, si assicura un finale di stagione in assoluta tranquillità.

Pareggio per 0-0 tra Wigan e Cardiff che condanna quasi ufficialmente i Latics alla retrocessione. Il prossimo match li vede tra le altre cose impegnati in casa del Reading, non proprio la più facile delle trasferte per cominciare la quasi impossibile rimonta verso la salvezza.

Pareggio per 0-0 anche tra Wolves e Blackburn, un punto che serve ben poco ai Rovers ancora fermi al terzultimo posto a 2 lunghezze dalla possibile salvezza. Servirà davvero un miracolo per mantenere la categoria.

Salvo, anche se ancora non ufficialmente, il Birmingham che dopo le dimissioni in settimana di Zola perde di misura e lo fa nel derby giocato domenica all’ora di pranzo contro l’Aston Villa: 1-0 con rete dell’infinito Agbonlahor a 20 minuti dalla fine. Uno scontro che in campionato mancava da ben 6 anni e che speriamo di poterci godere anche la prossima stagione.

Chiudiamo con il Newcastle che grazie alla netta vittoria per 4-1 sul Preston, ottiene la matematica certezza della promozione. Dopo appena un anno di purgatorio i Magpies sono tornati nella massima serie inglese: Benitez può festeggiare in attesa di capire quale sarà il suo futuro.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*