Liam Gallagher si sfoga: “Il Manchester City era una squadra di merda”

Credit Image: © David Klein/Sportimage/Cal Sport Media

Che non sia mai stato un signore nelle sue dichiarazioni, come del resto lo è poi nella vita reale e nei testi delle sue canzoni, crediamo sia ormai noto a tutti, ma che arrivasse addirittura a criticare la sua squadra del cuore, quello in pochi se lo sarebbero immaginati. Insomma, Liam Gallagher ha fatto di nuovo il Liam Gallagher.

£££ Liam Gallagher attracts the attention of police officers at Manchester City vs Real Madrid match
Liam Gallagher arrestato al Bernabeu durante Real Madrid v Manchester City

In una recente intervista rilasciata a un periodico inglese, l’ex cantante degli Oasis ha sparato a zero un po’ su tutti, rivelando la sua personale opinione su Pep Guardiola, il suo amore per Gabriel Jesus e  ha lanciato poi qualche frecciatina al Manchester City inteso come società.

Ovviamente da un tifoso che si ritenga tale ci si aspettano sia elogi che critiche, qualora la squadra le meriti, ma in questo caso, com’è nella logica del personaggio, tali critiche sono state accompagnate da qualche parola pesante di troppo.

Tottenham+Hotspur+v+Manchester+City+Premier+AUNJH9sItRkx

Per evitare di dilungarci ulteriormente, ecco di seguito le sue dichiarazioni.

Su Guardiola

Deve vincere oppure andarsene. Sono le due uniche soluzioni. Il prossimo anno dobbiamo riprenderci la Premier League, non lasciarla di nuovo al Chelsea. Non dovesse arrivare almeno un trofeo, sarebbe già ora di lasciare Manchester per lui. 

Su Joe Hart

È un bravo ragazzo, con una grande leadership. La sua assenza insieme a quella di Kompany sono state una mazzata per lo spogliatoio. Guardiola ha sbagliato in pieno, doveva dargli più tempo e non disfarsi di una pedina così importante solo perché il cervello gli diceva quello in quel momento.

article-2015077-0D05A86100000578-163_634x400

Su Gabriel Jesus

È un fottuto genio. Mi ricorda Ronaldo. Lui osa molto, un po’ come faceva il fenomeno, e a me piacciono quei giocatori. Odio i cazzoni che stanno li senza fare niente e a prendere lo stipendio. Secondo me nel giro di qualche anno terrorizzerà tutte le difese. 

E infine, qualche parola dolce per il suo Manchester City

Allora, considerando il fatto che sono nato nel 1972 e che sin da piccolo mi sono interessato alle sorti della squadra, posso serenamente affermare che il Manchester City fosse una squadra di merda, almeno dal 1970 all’inizio degli anni 90. Ora però devo ammettere di essere felice nel vederla così ricca e competitiva. 

As you were, Liam.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*