Le 5 cose peggiori sui nuovi rigori ABBA

L’Arsenal batte il Chelsea 5-2 (dopo i calci di rigore) e si aggiudica il primo trofeo nazionale della stagione 2017/2018. Tutto bello (almeno per i tifosi dei Gunners) se non fosse che a farla da protagonista, nel tumultuoso pomeriggio di Wembley, fatto di gol all’esordio, pali, espulsioni e quant’altro, siano stati proprio i calci di rigore.

Ieri infatti la FA ha voluto testare per la prima volta la nuova formula ABBA, ovvero quel sistema di calci di rigore dove, dopo il primo penalty, le squadre proseguono calciandone due di fila a testa. Esempio: comincia il Chelsea? L’Arsenal batterà successivamente due rigori, poi 2 il Chelsea e poi 2 di nuovo l’Arsenal e così via.

DGjuaJNWsAQ_g3r

Un sistema atipico, che non ha mai realmente convinto nessuno. Per questo motivo, visto poi come è andata a finire, abbiamo raccolto le 5 cose più brutte dei primi rigori calciati con il sistema ABBA.

1. La meta di Courtois

È stato uno dei momenti più sorprendenti ed esilaranti di tutto il pomeriggio. Non è chiarissimo il motivo per il quale Conte abbia fatto calciare il rigore al proprio portiere, ma il risultato è stato assolutamente disastroso.  Forse Courtois ha scambiato il penalty per un rinvio, o forse si è fatto prendere troppo dall’emozione, fatto sta che il pallone da lui calciato non si sa ancora dove sia finito.

2. Il disagio di Alvaro Morata

DGk1tm8W0AAa_fN

Entra nel finale di partita con lo scopo di alzare il baricentro del Chelsea e tentare di mettere a segno il colpo del definitivo KO ma finisce per essere, in assoluto, il protagonista in negativo: tiene in gioco Kolasinac al momento del gol dell’Arsenal, fallisce la rete del possibile 2-1 e poi calcia miseramente fuori uno dei rigori decisivi. È la lui la prima vera vittima psicologica del sistema ABBA?

3. Ma i portieri?

DGjlWcgXkAIEi4y

Seriamente, dov’erano? Forse questa nuova lotteria dei rigori li ha mandati in confusione ma dei 7 rigori calciati, soltanto quello di Morata (che è comunque uscito a lato e non è stato neutralizzato) è stato “indovinato” da Petr Cech. Per il resto, portiere da una parte e palla dall’altra.

4. La confusione generale

DGkBrEEXoAAhFO8

Noi stessi, durante il consueto live Twitter, ci siamo sbagliati: quando Morata ha sbagliato il rigore subito dopo Courtois, eravamo assolutamente convinti che il rigore successivo sarebbe stato quello decisivo, quando in realtà l’Arsenal doveva battere due ulteriori penalty. Errore nostro, certo, ma l’impressione generale, leggendo anche i vari commenti sui social, non è stata alquanto positiva.

5. E la famosa atmosfera?

DGj1PF3XUAAhyYU

L’idea di UEFA e FIFA, introducendo i rigori ABBA, era quella di poter rendere la lotteria dei penalty ancora più competitiva, suddividendo equamente la pressione con la quale i giocatori si presentavano sul dischetto del rigore. Così facendo però, la pressione sarà stata pure minore, ma il pathos, l’adrenalina e la tensione che da sempre hanno accompagnato questo tipo di evento sembrano essersi diradate completamente. Sicuri che ne valga la pena?

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*