Tottenham, Rose avverte: “Comprate qualcuno che non devo cercare su Google”

Nessun giocatore in entrata, uno solo in uscita. Il Tottenham di Mauricio Pochettino, nella versione 2017/2018 sarà un’esatta fotocopia di quello della precedente stagione, eccetto per la fascia destra, dove Trippier sostituirà il titolare Kyle Walker, passato al Manchester City per una cifra poco superiore ai 50 milioni di euro.

Come nei casi delle squadre di Manchester o del Chelsea, spesso al centro dei gossip di mercato per via dei loro acquisti ultramilionari, anche il Tottenham è riuscito a conquistare le prime pagine dei principali quotidiani sportivi inglesi, anche se per un motivo totalmente opposto, ovvero la totale assenza di investimenti.

 

La società, tramite il presidente Daniel Levy, ha fatto sapere di avere intenzione a proseguire con la linea giovane, valorizzando i prodotti del settore giovanili, aggregandoli in maniera graduale all’interno della prima squadra. Un progetto sicuramente ambizioso ma che rischia di avere delle ripercussioni: alcuni giocatori infatti, potrebbero risentirsi dell’immobilismo del club sul calciomercato, sfruttando l’occasione per fare le valige e cercar fortuna in qualche altra realtà.

È questo il caso di Danny Rose, uno dei giocatori in assoluto più forti dell’intera rosa, che in una recente intervista ha espresso il suo malumore per l’atteggiamento passivo della società, palesando anche un possibile futuro lontano dal nord di Londra.

nintchdbpict000280424662

Non sto dicendo di comprare 10 giocatori, ma 2 o 3 magari si, con l’unica variante che non siano calciatori che sono costretto a cercare su Google perché nessuno ne conosce la provenienza. Qualche bel giocatore, magari già conosciuto per le sue qualità. 

Così ha esordito il terzino sinistro inglese, consapevole che le sue parole non verranno mal interpretate dalla società che, al contrario, potrebbe trarne spunto ed essere spronata ad investire qualche decina di milioni di euro per rinforzare una squadra già di per sé molto forte.

Per quanto riguarda il mio stipendio, credo di valere molto di più di quello che al momento percepisco. Non è una critica ne una frecciata diretta alla società ma una mia personale e opinabile opinione. 

dannyrose2211

Queste sono invece le parole con le quali Rose ha parlato della sua attuale situazione contrattuale. Come se non gli bastassero le 65 mila sterline che percepisce ogni settimana, il ragazzo è consapevole che con i prezzi attuali del mercato o le disponibilità economiche delle società inglesi, avere un aumento, o cercare una squadra che possa rispettare le sue aspettative non sarebbe per niente difficile.

Pochettino e Levy sono avvisati.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*